SACRIFICIO

Ho adorato la sconsiderata bramosia
che i nostri corpi bevevano con
accorata giovinezza.
Il trapasso degli anni non ha allentato il giogo,
ma indebolito lo spasmo dell’ardore.
Non ho scordato il sentimento,
l’affetto esangue di quei pallidi incontri.
Estinta la poeticità del romanzesco fulgore,
non ebbi più nulla da condividere
con la tua ambizione.
Continui a tornare da me, tragica vittima
della mia spartana immoralità,
ma io ho già predisposto l’altare
della tua perdizione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...