15 novembre 1933

virgoletteblog

15 novembre 1933

giulio einaudi 1951A soli ventuno anni, Giulio Einaudi, figlio del futuro presidente della repubblica Luigi Einaudi, fonda a Torino l’omonima casa editrice. L’impresa ha sede al terzo piano di via Arcivescovado 7, nello stesso palazzo che aveva ospitato l’«Ordine Nuovo» di Antonio Gramsci. La casa editrice venne immediatamente presa di mira dal fascismo: nel 1935 il proprietario Giulio Einaudi fu prima arrestato, e poi inviato al confino. Colonne portanti della casa editrice sono Cesare Pavese, Italo Calvino, Elio Vittorini, Leone Ginzburg, quest’ultimo assassinato dai fascisti. Pubblicò nel dopoguerra i Quaderni e le Lettere dal carcere di Antonio Gramsci. Nel 1994 fu acquistata dal gruppo Mondadori, al quale appartiene tuttora.

 

View original post

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...