LES CORRESPONDANCES

Quel muro
oltrepassai ogni giorno
all’arrivo del tuo passo
lesto.
Fluido di quiete
al posto di sangue
nero,
un’ombra di timidezza
anziché il senso
spavaldo dell’agilità.
Gli occhi nel cuore
a slacciarne il rigore,
i silenzi contesi
a parlare per noi.
Negli anni,
il Tempo clemente
a narrare
la saggezza
dei mondi.
Vivo la mia vita,
e ritaglio nella tua
ogniqualvolta
un fotogramma
di psichedelica
voracità emotiva.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...