Sequel, vite interessanti e capolavori sconosciuti

conan_0

Manco da giugno. Una pausa lunghissima. Ma non crediate che io non abbia alacremente lavorato per voi. Volete le prove? Ecco (alcuni) risultati delle mie fatiche!

“Ah però signorina bella, che vite interessanti eh? Non le pare?!”
Mi pare sì
(disse la signora ottuagenaria restituendomi “MESSALINA UNA SPUDORATA INNOCENZA” e “I BORGIA”)

——————————————————————————————

“Vorrei DRACULA di Carlos Ruiz Zafon e CENT’ANNI DI SOLITUDINE DEI NUMERI PRIMI”
Non li avete letti? Peggio per voi. Capolavori.

——————————————————————————————-

Mi piace questo ragazzo. Diego. Ha 12 anni, è uno smilzo dal ciuffo ribelle e l’anima agreste. Ma è un curiosone. Lui vuole sapere. Di recente mi ha chiesto:
– nel medesimo giorno, in un sol colpo: Tre metri sopra il cielo (di Moccia…serve dirlo?) MA ANCHE il Mein Kampf (di Hitler…serve dirlo?)
– ANNA FRANK 2. Il seguito. Per dirla alla Holden Caulfield, mi ha lasciato secca.
“Ma hai letto il primo? Sai come finisce??”
“No. Meglio che lo leggo?”
“Direi di sì!”

——————————————————————————————–

“Mi serve IL FU, di Mattia Pascal, e LA COSCIENZA, di Zeno, mi scusi ma non so il nome completo dell’autore”
Tranquillo, lo so io.
Ah questi due libri continuano a darmi grandi soddisfazioni

Annunci

16 thoughts on “Sequel, vite interessanti e capolavori sconosciuti

  1. “Tre metri sopra il cielo”: penserà che gli possa servire per rimorchiare donzelle. Il “Mein Kampf”… forse per risolvere un problema d’insonnia. “Anna Frank 2” sinceramente non riesco a classificarlo!

      • Alice cara, il blog ha una anima, e solo quando senti, devi starci … allora solo allora renderai viva … leggero sempre con piacere il tuo blog …

      • …grazie Elisa, queste tue parole, credimi, mi danno molto conforto in un momento della mia vita davvero difficile. Ti ringrazio molto, buona serata!

  2. Non capisco cosa ci sia da ridere…
    “Il Fu” è un libro bellissimo, io l’ho letto tutto d’un fiato!
    Di Mattia Pascal consiglio anche “Il Sia” e “Il Fosse”, che completano la famosa “Trilogia dell’Essere”. Anche se, come spesso accade, ne “Il Fosse” si nota una certa mancanza di idee.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...