La divisione tra lettrici perbene e lettrici per male

Condivido e sottoscrivo!!!

Al di là del Buco

Io apro i libri e anche le cosce. Preferibilmente apro le cosce con un libro in mano. Non so chi sta facendo circolare questa immagine moralista e sessista da morire. La trovi su tumblr e via social. Vorrei dire che fa schifo. Parecchio.

11069174_10205245935221147_709858538_n

Allora se avete voglia di raccontarla in modo diverso, sfatando il mito della ragazza per bene che si dedica agli studi o della gran zoccola che è un’ignorantona, potreste inviare foto, immagini, quel che volete voi, a dire che apriamo quel che ci pare e piace senza che nessuno venga a moraleggiare sulla nostra esistenza, inviatemi pure via messaggio, in privato, su facebook o via mail su abbattoimuri@grrlz.net. Così poi pubblico quel che ne pensiamo di questa storia.

book

woman-naked-reading

woman-reading-vintage-photograph

11023335_10202464892223492_5064122813770040728_n

11081073_1083466201669482_6036702739221358755_n

10430430_1556313167954402_1102066611698294556_n

The Reading Girl 1886-7 Théodore Roussel 1847-1926 Presented by Mrs Walter Herriot and Miss R. Herriot in memory of the artist 1927 http://www.tate.org.uk/art/work/N04361 The Reading Girl 1886-7 Théodore Roussel 1847-1926 Presented by Mrs Walter Herriot and Miss R. Herriot in memory of the artist 1927 http://www.tate.org.uk/art/work/N04361

Ps: mi suggerisce Andrea che “per la cronaca…

View original post 46 altre parole

Annunci

11 thoughts on “La divisione tra lettrici perbene e lettrici per male

  1. Sono d’accordo con te. È un’immagine moralista e certo sessista e pure uno stupido stereotipo. Provocatoriamente, per altro, contrapponendo un mondo bigotto delle lettrici, a quello più divertente delle non lettrici, non fa nemmeno un favore ai libri

    • ….sono rimasta basita…come, in modo minore, mi disturbano anche tutte quelle vignette dove si confrontano libreria e scarpiere. Ma fatemi capire bene: leggo, quindi sono sciatta? Leggo, quindi non faccio sesso? Leggo, quindi al bando le riviste di moda, la parola “scopare”, la bellezza, la sensualità, la frivolezza -perché no??!- ? Invece io affermo con enorme orgoglio di amare Jane Austen e adorare le scarpe con il tacco!!! Di essere una bibliotecaria professionale e competente, e anche una donna sensuale e innamorata dell’amore! Di essere profonda, colta, ma ironica e divertente! E come me, molte altre. Soliti stereotipi del cavolo: la bionda è stupida, la ragazza carina è dolce, la lettrice è una donna scomoda e complicata. 2015!!!! Perdonate l’enfasi!

      • Il topo di biblioteca è sempre stato identificato come uno che non ha di meglio da fare. L’immagine della donna zitella alla quale non rimaneva che rifugiarsi nei libri per sognare una vita che non aveva. Riproporla è anacronistico e stupido, senza contare che è sottinteso che l’uomo che legge è colto, la donna è una poveraccia. Rivendichiamo il tacco dodici, ma credo che chi la pensa così non cambierà idea

  2. Pingback: Le cattive ragazze leggono | Pendolante

  3. è proprio necessario leggere un libro senza vestiti o a cosce aperte? Penso ci sia un tempo per tutte queste cose, magari una per volta. Soliti stereotipi di stampo maschile sulle donne, giusto per…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...