IL TROFEO

Forti, gagliardi uomini
figli di epoche selvagge
e crudeli.
Dal vostro sudore credevate
sarebbero sorti diamanti lucenti,
screziati ai bordi di sangue
carminio e fumante.
La spada sguaiata,
il membro eretto
a indicare
il naturale vantaggio,
combattevate di buon grado
le battaglie della morte
e dell’amore.
Rancidi e collaudati
stilnovismi cortesi
come dardi!
Le donne, mogli o cortigiane,
savie o stolte, ingenue o puttane,
bersagli designati al sollazzo,
che con sorrisi e moine
accaparravano il meglio ad uso
della loro fragile sopravvivenza.
Storia, signora Sovrana di
spietata ferocia, sei stata la Vestale
della nostra determinazione.